Chiudi il banner
Questo sito utilizza esclusivamente cookie analytics e tecnici.

Ai sensi del provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante della Protezione dei Dati Personali per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti (art. 13 del Codice privacy).

Per maggiori informazioni consulta l'informativa estesa

Nuove Acque spa. Pubblicazione bando bonus idrico integrativo e bonus aziendale 2019.

LA SOCIETÀ NUOVE ACQUE S.P.A. AVVISA GLI UTENTI
che in attuazione del mandato conferito dai Sindaci appartenenti alla Conferenza Territoriale nr. 4 Alto
Valdarno per l’individuazione dei soggetti aventi diritto al Bonus Integrativo e nelle more
dell’approvazione del presente Regolamento da parte di AIT, pubblica fino al 31 Luglio 2019 (giorno
di scadenza) il seguente bando, prevedendo che fino a tale data accoglierà le domande di accesso al
contributo secondo le disposizioni contenute nel seguente articolato.
Del presente avviso sarà data diffusione attraverso gli organi di informazione e nel sito internet della
società www.nuoveacque.it e sarà trasmesso ai Comuni facenti parte della Conferenza Territoriale nr. 4
Alto Valdarno affinché procedano alla pubblicazione nei rispettivi Albi.
Art. 1 - Oggetto
1. L’agevolazione sarà calcolata sulla base del corrispettivo del Servizio Idrico Integrato (Spesa Idrica)
fatturato all’utente di competenza dell’anno 2018 al netto dell’importo del Bonus Sociale Idrico
Nazionale riconosciuto per il medesimo periodo di competenza.
2. Accertata la presenza dei requisiti di cui all’art. 2 si procederà all’applicazione delle agevolazioni
tariffarie sotto forma di rimborso percentuale di quanto pagato nell’anno 2018 che verrà erogato in
bolletta, eccetto i casi di utenze condominiali, per le quali sono previste altre modalità di erogazione del
contributo di cui all’art. 7.
3. E’ possibile presentare solo una domanda per nucleo familiare. Il nucleo familiare è quello risultante
dallo stato di famiglia anagrafica. In caso di coabitazione di più nuclei familiari è possibile presentare
una sola domanda per ciascuna utenza diretta o indiretta.
Art. 2 – Requisiti Soggettivi
1. Per poter accedere all’agevolazione è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:
a. Essere residenti nel territorio AIT – Conferenza Territoriale n.4, corrispondente al bacino d’utenza
della Società Nuove Acque;
b. Nel caso di utenti diretti: essere intestatari dell'utenza, per almeno uno dei componenti il nucleo ISEE,
e che sia garantita la coincidenza tra:
- la residenza anagrafica dell'intestatario del contratto di fornitura idrica con l'indirizzo di fornitura del
medesimo contratto;
- il nominativo ed il codice fiscale dell'intestatario del contratto di fornitura idrica ed il nominativo di un
componente il nucleo ISEE.
c. Nel caso di utenti indiretti (utenze condominiali), il Bonus Integrativo è riconosciuto a condizione che
sia garantita la coincidenza tra la residenza anagrafica di un componente il nucleo ISEE e l'indirizzo
della fornitura condominiale o aggregata di cui il medesimo nucleo usufruisce, ovvero a condizione che
l'indirizzo di residenza anagrafica del richiedente sia riconducibile all'indirizzo di fornitura dell'utenza
condominiale o aggregata.
d. Il richiedente dovrà dimostrare anche attraverso idonea certificazione:
- di possedere un indicatore ISEE pari o inferiore a €. 8.107,50;
- di possedere un indicatore ISEE pari o inferiore a €. 20.000 e presenza di almeno quattro figli a carico;
- di essere titolare dei benefici di cui al DL 4/2019; ,
Oppure sarà ammesso di diritto senza necessità di presentare domanda qualora ricada in una delle due
ipotesi di cui al successivo art. 6 comma 2,
2. Potrà essere ammesso a partecipare al beneficio il soggetto, già beneficiario del Bonus Sociale Idrico
Nazionale, facente parte del nucleo ISEE disagiato che sia divenuto utente fino al giorno prima della
scadenza dei termini fissati per presentare richiesta di agevolazione. In tale caso il parametro per il
calcolo del contributo sarà relativo ad eventuale altra fornitura erogata da Nuove Acque intestata al
richiedente. In subordine il contributo sarà parametrato sulla media dei consumi 2018 per la categoria
Domestico Residente come specificato all’Art. 3.2 del presente Bando.
Art. 3 - Misura delle agevolazioni
1. Ai beneficiari del Bonus Idrico Integrativo verrà erogato un contributo pari alla percentuale della
spesa idrica dell’anno 2018 come di seguito determinata.
La percentuale di agevolazione scaturirà dal rapporto tra l’importo di euro 326. 478,00 e l’importo
corrispondente alla spesa idrica per il SII nel 2018 della totalità degli utenti ammessi al beneficio
diminuita dell'importo del Bonus Sociale Idrico Nazionale calcolato.
La spesa idrica dell'anno 2018 è considerata al lordo degli eventuali contributi assegnati in tale anno. In
ogni caso l'agevolazione non potrà eccedere il valore della spesa idrica relativa al 2018 diminuita
dell'importo del Bonus Sociale Idrico Nazionale calcolato.
Ad esempio: qualora fossero ammessi al beneficio utenti la cui spesa idrica complessiva al netto del
bonus Sociale Idrico Nazionale per l’anno 2018 ammonti a 500.000, la percentuale di agevolazione per
ciascuno di loro sarà pari a 326.478,00/500.000*100 = 65,2956%.
2.Qualora l'utenza sia di nuova costituzione, ovvero attivata nell'anno di competenza, oppure attiva da
meno di 6 mesi dell'anno solare precedente, la spesa idrica è stimata sulla media annua di consumi per
tale tipologia di utenza.
Qualora l'utenza sia attiva da oltre 6 mesi dell'anno solare precedente, la stima della spesa pari al
consumo registrato nell'anno solare precedente rapportato all'intero anno.
3. Ai beneficiari del Bonus Idrico Integrativo sarà corrisposto un ulteriore contributo calcolato con le
medesime modalità ed evidenziato in fatturazione come Bonus Idrico Aziendale, erogato grazie allo
stanziamento di ulteriori 100.000,00 euro da parte della Nuove Acque.
Pertanto gli utenti beneficiari riceveranno in fatturazione sia l’importo relativo al Bonus Sociale
Integrativo che l’importo relativo al Bonus Idrico Aziendale.
Ad esempio: qualora fossero ammessi al beneficio utenti la cui spesa idrica complessiva per l’anno 2018
ammonti a 500.000, la percentuale di agevolazione relativa al Bonus Aziendale per ciascuno di loro sarà
pari a 100.00/500.000*100 = 20%.
Nell’ipotesi esemplificata la percentuale di agevolazione complessiva risulterebbe pari al 85,2956%
della spesa idrica dell’anno 2018 così suddivisi: 65,2956% Bonus Integrativo + 20% Bonus Idrico
Aziendale.
In ogni caso i Bonus Sociale, Integrativo e Aziendale non potranno eccedere la spesa relativa al servizio
idrico integrato per l’anno 2019.
4. In caso di morosità pregressa, purché siano trascorsi i tempi di cui all’articolo 46 e/o 47 del RQSII,
per gli utenti diretti, la quota del Bonus Idrico Aziendale al pari di quella eventuale del Bonus Sociale
Idrico Nazionale, sarà compensata con l’ammontare rimasto insoluto e oggetto di costituzione in mora.
Art. 4 – Elenco aventi diritto
1. L’elenco dei beneficiari, sarà messo a disposizione dei Comuni di residenza dei soggetti aventi diritto.
2. L’entità dell’agevolazione sarà comunicata direttamente in fattura alle voci “Bonus Idrico
Integrativo” e “Bonus Idrico Aziendale”.
3 Sul sito istituzionale della Nuove Acque e sulla Newsletter sarà pubblicata non appena disponibile,
l’entità percentuale del contributo scaturita dall’ammontare delle richieste.
4.Tali pubblicazioni equivalgono a notifica agli interessati. Dell’esclusione delle richieste sarà data
motivata comunicazione a ogni richiedente.
Art. 5 - Modalità di certificazione del consumo
1.La richiesta di agevolazione può essere presentata sia per utenze dirette (singole) che per le utenze
indirette (sottostanti ad utenze condominiali).
2.Per le utenze dirette la spesa annua 2018 è pari al dato storico a disposizione della Società.
3.Coloro che risiedono in immobili serviti da utenze condominiali (utenti indiretti), dovranno rivolgersi
al proprio Amministratore di condominio che provvederà a certificare la quota parte di spesa relativa al
consumo 2018 sostenuta dal richiedente e se è stata pagata. Nel caso in cui la dichiarazione
dell’Amministratore di Condominio non sia consegnata alla Nuove Acque entro 10 giorni dalla chiusura
del bando, l’entità del contributo sarà parametrato sulla media dei consumi 2018 per la categoria
Domestico Residente come specificato all’Art. 3.2 del presente Bando.
Art 6 – Modalità di Richiesta
1.Gli utenti diretti/indiretti dovranno compilare l’apposito modulo (All.1) corredandolo di attestazione
ISEE in corso di validità oppure attestazioni dei benefici di cui al DL 4/2019;
Al modulo di richiesta dovrà essere inoltre allegata:
- Fotocopia del documento d’identità del richiedente o autocertificazione;
-Fotocopia del permesso di soggiorno/carta di soggiorno per i cittadini extracomunitari o
autocertificazione;
- In caso di utenza condominiale/alloggi ERP, certificazione rilasciata dall’Amministratore di
condominio o analoga figura e copia del documento di identità dello stesso.
2. Gli utenti diretti/indiretti che hanno presentato la domanda di ammissione (nuova domanda o
rinnovo) al Bonus Sociale Idrico nell’anno 2019 entro il 31/07/2019 e quelli che abbiano il Bonus
Sociale Idrico Nazionale in corso di validità al 31/07/2019, sono ammessi di diritto al Bonus Idrico
Integrativo e al Bonus Idrico Aziendale, senza necessità di presentare ulteriore domanda.
3. Gli utenti, diretti/indiretti, che non abbiano presentato domanda di ammissione tramite gli uffici
comunali o Caaf delegati, possono presentare istanza direttamente a Nuove Acque, secondo le modalità
ed i termini di cui all’articolo 8.
Art 7 - Modalità di erogazione
1.Stabilita l’entità dell’agevolazione così come descritto all’Art. 3, si procederà all’applicazione del
beneficio sotto forma di rimborso, secondo le modalità di calcolo descritte all’art. 3.
2.L’agevolazione sarà erogata una volta determinato l’ammontare definitivo dell’agevolazione spettante
a ciascun avente diritto a partire dalla prima bolletta utile successiva e non oltre l’ultimo bimestre di
fatturazione del 2019. A seguire sarà effettuato il conguaglio dell’agevolazione.
3.Per le utenze indirette (sottostanti ad utenze condominiali) il contributo può essere accreditato in
bolletta o mediante assegno o bonifico, se l’utente indiretto non risultasse moroso nei confronti del
condominio sulla base della certificazione trasmessa.
Art 8 - Termini e modalità di presentazione delle domande
1.L’istanza potrà essere presentata mediante il modello predisposto come da fac-simile allegato,
corredandola della documentazione di cui all’art 6. Il modulo potrà essere scaricato dal sito
www.nuoveacque.it o ritirato presso gli sportelli. L’istanza debitamente compilata, sottoscritta e
corredata dagli allegati richiesti potrà essere recapitata:
- a mano presso gli sportelli della Società;
- tramite posta elettronica certificata alla mail info@pec.nuoveacque.it;
- tramite lettera raccomandata A.R. indirizzata a: Nuove Acque spa – via Montefalco 55- 52100 Arezzo
Per l’invio tramite servizio postale farà fede il timbro di partenza della richiesta.
Per la compilazione della domanda e ogni altra informazione inerente gli interessati possono rivolgersi
agli sportelli aperti al pubblico e al call center della Società 800 391739 da telefono fisso e
199138081da cellulare, fermo restando la responsabilità del sottoscrittore in relazione ai fatti e alle
situazioni autocertificate.
2. La mancanza di comunicazione della Società, successiva alla presentazione dell’istanza entro il
termine di scadenza del presente avviso, equivale ad accettazione della stessa. Eventuali esclusioni
motivate saranno tempestivamente comunicate all’interessato.
Art 9 - Controllo documentazione presentata e sanzioni
1.Nuove Acque si riserva, nei limiti di quanto disposto dal G.D.P.R. 2016/679, di operare tutti i
controlli che riterrà necessari per accertare la veridicità delle dichiarazioni.
2.Nel caso in cui risulti una dichiarazione mendace, oltre ad essere applicate le sanzioni previste dalla
legge, decadranno le agevolazioni sin dall’origine.
3.Contro l’esclusione definitiva è possibile presentare reclamo alla Società nei termini prescritti dalla
Carta del Servizio.