Chiudi il banner
Questo sito utilizza esclusivamente cookie analytics e tecnici.

Ai sensi del provvedimento n. 229 dell'8 maggio 2014 del Garante della Protezione dei Dati Personali per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto il consenso degli utenti (art. 13 del Codice privacy).

Per maggiori informazioni consulta l'informativa estesa

Elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale da parte dei cittadini comunitari residenti.

Ai sensi del D.L.vo 12 aprile 1996, n. 197, col quale si provvede a dare attuazione alla direttiva 94/80/CE del Consiglio dell’Unione Europea del 18/12/1994, relativa alle modalità di esercizio del diritto di voto e di eleggibilità alle elezioni comunali per i cittadini dell’Unione che risiedono in uno Stato membro di cui non hanno la cittadinanza,

anche i cittadini appartenenti agli altri Paesi dell’Unione Europea potranno votare nel Comune di residenza anagrafica per la elezione diretta del Sindaco e del Consiglio Comunale, presentando apposita domanda.

La domanda dovrà essere presentata agli Uffici Comunali entro e non oltre il 16 Aprile 2019.

Potranno presentare domanda i cittadini appartenenti ai seguenti Stati:

Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria.

Nella domanda, oltre all’indicazione del cognome, nome, luogo e data di nascita, dovranno essere espressamente dichiarati:

  • la cittadinanza;
  • l’attuale residenza nonché l’indirizzo nello Stato di origine;
  • la richiesta di iscrizione nell’anagrafe della popolazione residente del comune, semprechè non siano già iscritti;
  • la richiesta di iscrizione nella lista elettorale aggiunta.

Il Comune comunicherà tempestivamente agli interessati l’esito delle domande.

L’iscrizione nelle liste elettorali aggiunte consentirà ai cittadini dell’Unione Europea, oltre al diritto di voto, l’eleggibilità a Consigliere e l’eventuale nomina a componente della Giunta Comunale con l’esclusione delle cariche di Sindaco e Vice-Sindaco.